Progetto X school

Scritto da

logo x school

Si tratta di una iniziativa di monitoraggio che va a completare una analoga attività svolta negli ultimi due anni e destinata a fornire strumenti di analisi e di delibera basati su una indagine costante, reiterabile e a bassissimo costo per l’amministrazione. Si tratta infatti di un’attività che viene svolta sulla base della disponibilità volontaria di singoli docenti, che non si estende ad orario extracurricolare e non turba o interrompe il normale corso delle lezioni nelle classi interessate.

In pratica il gruppo di lavoro distribuisce nelle classi campione un questionario in formato cartaceo somministrabile in circa 10’ a cura del docente che si propone per la collaborazione. Trattandosi di una indagine a tutto campo che riguarda il tema del quotidiano scolastico e privato dei nostri allievi, i loro disagi e le caratteristiche generazionali del loro apprendimento, l’indagine si focalizza attorno all’ipotesi che esista una ‘condizione digitale’ e cerca di tratteggiarne le dimensioni e la conseguenze. Ipotesi di lavoro e postulati sono coordinati a questo assunto.

Divisa in parti, l’indagine consta di sei fasi, delle quali tre già svolte e i cui risultati sono in corso di elaborazione. Si prevede nel corso del presente anno scolastico di svolgere le parti restanti, la prima (Q4) destinata secondo un piano progressivo ancora agli studenti (competenze digitali e identità auto-riferita), la seconda (Q5) destinata ai docenti, ai quali verranno chiesti riscontri della condizione digitale dei propri allievi e l’ultima (Q6) riservata ai genitori, ai quali sarà chiesto di confermare o smentire le osservazioni  elaborate nelle vita scolastica sulle caratteristiche di queste nuove generazioni di discenti.

I questionari saranno somministrati presumibilmente con le medesime modalità dello scorso anno, per quanto riguarda gli studenti ( a scelta del docente e senza preavviso ma possibilmente con dibattito e feedback successivo) mentre per i docenti e i genitori si tenterà di approfittare di una delle occasioni di riunione collettiva in Istituto e dei momenti di pausa delle attività. I dati ottenuti saranno tabulati manualmente ed elaborati per mezzo di un database autoprodotto.
Grafici e tabelle oltre alle conclusioni saranno pubblicati presumibilmente già a partire dalla prossima primavera e sul gruppo Let’s Net! di Facebook e in formato cartaceo.

Non è previsto al momento un piano finanziario ma si potrà valutare al termine del lavoro e secondo le risorse disponibili un eventuale compenso forfettario ai docenti che hanno svolto l’attività principale (tabulazione, elaborazione, formalizzazione grafica e lettura) e a quelli che, secondo le particolari caratteristiche della ‘situazione di apprendimento’ in cui il gruppo si troverà a lavorare, produrranno relazioni e seminari a favore del gruppo stesso. L’esperienza si configura quindi anche come potenziale attività di auto-aggiornamento se il gruppo riuscirà a realizzare un’interazione continuativa sul modello della formazione tipico del progetto di riferimento e cioè Let’s Net! 2015.

Il responsabile dell’iniziativa è il prof. Bruno Santoro.

Ultima modifica il Lunedì, 09 Novembre 2015 23:12

Articoli correlati (da tag)

Altro in questa categoria: « Progetti PON 2014-2020

ALBOAMMINISTRAZIONE TRASPARENTENOTE LEGALI - PRIVACY / CREDITS

ITIS G. Marconi / Via Sanzio, 8 / 60035 JESI (An) / Tel. 0731.204550 / Fax 0731.205706 / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. / CF 82001680428 / Cod. Mec. ANTF03000L